menu
close
Scultura del San Giovanni Battista di Donatello a Siena - Photo ©Stefano Cannas
Braccio di San Giovanni Battista a Siena

La costruzione della cappella dall’Operaio del Duomo Alberto Aringhieri fu iniziata nel 1482 per custodire la più insigne reliquia della Cattedrale, donata nel 1464 da Papa Pio II Piccolomini all'interno di un bellissimo reliquiario in argento: il braccio destro di San Giovanni Battista, dal quale Gesù ricevette il battesimo nelle acque del fiume Giordano. Gli arredi e la decorazione dell’ambiente ruotano pertanto attorno alla figura di Giovanni, ultimo Profeta e Precursore di Cristo, in quanto mandato da Dio a preparare gli Ebrei alla venuta del Messia. La cappella è dominata dalla grande statua in bronzo raffigurante San Giovanni Battista, capolavoro della tarda attività di Donatello, che la realizzò a Firenze entro il 1457; sulle pareti si snoda, invece, la Biografia di san Giovanni Battista, dipinta dal Pinturicchio tra il 1504 e il 1506. L'insigne reliquia era appartenuta a Tommaso Paleologo, despota di Morea e fratello carnale dell'Imperatore d'Oriente. L'esposizione del Braccio di san Giovanni avviene circa cinque giorni prima della festa, che ricorre il 24 giugno. In quest'occasione la reliquia viene traslata dalla stanzetta che si trova dietro la Cappella di San Giovanni all'altare maggiore. La reliquia è conservata in una teca la cui apertura è possibile solo attraverso l'inserimento di 3 chiavi: la prima chiave è posseduta dal Comune di Siena, la seconda dalla Sagrestia del Duomo e la terza dall'Opera del Duomo.

Fonti: comune.siena.it; viaesiena.it

Dati generali
Indirizzo
Piazza del Duomo, 8, 53100 Siena SI, Italia
Comune
Siena
Coordinate GPS
43.317702,11.328907
Telefono
0577 42020
Note
La reliquia viene esposta dal 19 al 24 giugno di ogni anno in occasione della festa di san Giovanni.
mapVedi la mappa